Mammut nell’arte, nella mitologia e nelle credenze popolari

Mammut nell’arte, nella mitologia e nelle credenze popolari

Mammut… Carini per alcuni di noi, spaventosi per altri. I mammut, che hanno svolto un ruolo importante nella vita quotidiana dei nostri antenati paleolitici, si sono estinti molto tempo fa. Ma le tracce profonde che hanno lasciato nella memoria sociale non hanno perso del tutto la loro efficacia nemmeno oggi.

A proposito di mammut

I mammut, un genere della famiglia Elephantidae, appartengono tassonomicamente alla stessa famiglia degli elefanti.

I mammut erano un animale spaventoso per gli umani dell’età della pietra a causa delle loro enormi dimensioni. Ma la fame ha sempre vinto la paura. I mammut erano stati una delle creature di base che soddisfacevano il fabbisogno proteico sia dei Neanderthal che degli umani moderni. Inoltre, le pellicce di mammut hanno contribuito a soddisfare molti dei bisogni umani, come il riscaldamento e il riparo. Inoltre, le pellicce erano abbastanza funzionali. Perché nell’era glaciale, a causa dell’adattamento climatico, i capelli dei mammut sono diventati piuttosto lunghi e lo strato di grasso nella loro pelliccia è diventato più spesso.

I mammut erano uno degli animali più cacciati nelle zone più vicine al nord. Tanto che una delle due ipotesi di spicco sul perché i mammut si siano estinti è che fossero sovrasfruttati. L’altro sono i cambiamenti climatici, che possiamo anche definire riscaldamento globale.

Quando si sono estinti i mammut?

I mammut apparvero nella fase Zanclean dell’epoca pliocenica, circa cinque milioni di anni fa. Ciò significa che i mammut condividono la stessa terra di tutte le specie umane, dall’Homo habilis all’Homo sapiens. Tuttavia, la maggior parte dei mammut si estinse nel periodo preboreale, da circa 10.300 a 9.000 anni fa. Solo una piccolissima popolazione sopravvisse sull’isola di Saint Paul in Alaska fino a circa 5750 anni fa e sull’isola di Wrangel in Russia fino a 4000 anni fa.

Mammut nell’arte paleolitica

Le pitture rupestri e i petroglifi contengono importanti indizi sul rapporto degli esseri umani con gli animali. Si può dire che il simbolismo animale abbia un posto molto importante soprattutto nelle pitture rupestri del Paleolitico superiore.

Naturalmente, non ci si poteva aspettare che il popolo paleolitico, che viveva una vita di cacciatori-raccoglitori e dipendente dalla natura, non includesse i mammut nella loro arte. A questo proposito, non dovrebbe sorprendere trovare dipinti di mammut in molte grotte in tutto il mondo.

Mammut nell'arte, nella mitologia e nelle credenze popolari
Grotta di Rouffignac, Francia

I mammut, uno dei popolari animali simbolici del Paleolitico, avevano un posto importante soprattutto nell’arte rupestre. Mentre la maggior parte dei disegni erano semplici linee, alcuni erano abilmente dettagliati nella forma.1

Alcuni dei mastodontici disegni sono stati realizzati con la robbia, altri con un materiale simile a bastoncini o incidendo la morbida superficie con un dito.

Mammut nell'arte, nella mitologia e nelle credenze popolari
Grotta del Pont d’Arc, Francia

Sebbene ci siano alcune somiglianze tra i disegni dei mammut del Paleolitico superiore, si può dire che non esiste uno schema comune. È interessante notare che anche in grotte molto vicine tra loro, i dipinti possono essere molto diversi in termini di stile. Tuttavia, si vede che la sensazione di movimento è dominante nei dipinti in questione. Alcuni disegni sono realizzati con avorio e altri senza avorio.

La maggior parte degli animali disegnati sulle pareti delle caverne durante il Paleolitico superiore erano specie di mammut, leoni, rinoceronti, cavalli, bisonti, capre di montagna, uri e cervi.

Le opere a tema mammut nell’arte del Paleolitico superiore non sono solo pitture rupestri. I mammut sono stati anche oggetto di arte portatile. Il rilievo di mammut lungo circa sette centimetri trovato vicino a Brno in Cechia è stato datato a 28.000/22.000 anni fa.

Mammut nell'arte, nella mitologia e nelle credenze popolari

Miti e credenze popolari sui mammut

Come risultato dell’interazione mammut-uomo, i mammut hanno lasciato profonde tracce psicologiche nella memoria sociale delle persone dell’età della pietra. Ciò è evidente sia nelle pitture rupestri che nelle narrazioni mitologiche. Ci sono state molte credenze su mammut e creature mitologiche simili a mammut nelle mitologie nordamericane, europee e turco-siberiane.2

Dato il clima siberiano, non c’è da meravigliarsi che molti resti intatti di mammut siano stati trovati grazie al terreno ghiacciato. Tuttavia, gli sforzi della popolazione locale per dare un senso ai resti di mammut hanno portato alla formazione di nuovi miti e credenze popolari. Alcuni resti di mammut trovati in Russia sono stati interpretati dalla gente del posto come elefanti da guerra di Alessandro Magno.

Secondo una storia nel nord della Siberia, un giorno due uomini trovarono due denti di mammut che sporgevano dal terreno. Suonano i tamburi e pronunciano alcuni incantesimi, e il mammut è improvvisamente ricoperto di carne. Tutta la gente mangia quella carne nutriente per tutto l’inverno. Quando le ossa sono private di tutta la carne, vengono ricomposte. Grazie alla magia, le ossa sono nuovamente ricoperte di carne fresca.

Un’altra credenza interessante sui mammut si trova nella mitologia turca. Secondo le credenze popolari delle comunità turche che vivono in Siberia, i mammut furono portati sottoterra per servire Erlik Han, il dio degli inferi nella mitologia turca. I mammut, che non vogliono servire Erlik Han e cercano di scappare sulla terra, vengono puniti con il congelamento e condannati a morte. I cadaveri di mammut trovati nella taiga siberiana lo indicano. Quindi, secondo le credenze popolari turche nel nord-est della Siberia, i mammut non si sono effettivamente estinti. Continuano a vivere sottoterra per servire Erlik Han. Se questo si chiama vivere, certo…



  1. Le mammouth dans l’art paléolithique“, Patrick PAILLET & Sibylle WOLF, L’Anthropologie, Volume 122, Issue 3, June-August 2018, p. 522-545[]
  2. Mythological Beings Based On Mammoths, Petr JANDACEK & Louise JANDACEK[]
Subscribe
Notify of
guest
1 Comment
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments