Religioni primordiali: origini, caratteristiche e tradizioni

Religioni primordiali: origini, caratteristiche e tradizioni

Religioni primordiali
Foto: Peace151 (Wikimedia) ©️CC BY-SA 4.0

Per migliaia di anni, le religioni primordiali e le antiche credenze hanno plasmato la visione del mondo delle persone. Dall’animismo e dallo sciamanesimo al politeismo e al culto degli antenati, queste tradizioni offrono spunti affascinanti sul viaggio spirituale dell’umanità. Mentre le religioni moderne possono dominare gran parte del mondo oggi, le radici della fede possono essere fatte risalire a questi antichi sistemi di credenze.

Che cos’è la religione primordiale? Un’introduzione agli antichi sistemi di credenze

Le religioni primordiali sono un gruppo vario e complesso di tradizioni che sono spesso radicate in specifiche regioni geografiche e culture. Queste religioni sono tipicamente associate a società tradizionali che sono state spesso etichettate come primitive.

Una delle caratteristiche distintive delle religioni primordiali è la loro connessione con la natura. In questi sistemi di credenze, si ritiene spesso che elementi naturali come animali e piante possiedano poteri soprannaturali.

A differenza di molte delle principali religioni, le religioni primordiali sono spesso caratterizzate dalla loro dipendenza dalla tradizione orale. Queste tradizioni religiose sono tipicamente tramandate attraverso storie, miti e canzoni.

Quando sono apparse le religioni primordiali?

Non è chiaro quando siano emerse le religioni primordiali, poiché sono spesso associate a società preistoriche che non hanno lasciato documenti scritti. Tuttavia, si ritiene generalmente che il comportamento religioso sia emerso al più tardi durante il Paleolitico superiore. La datazione dell’emergere delle religioni primordiali a periodi precedenti è considerata oggi speculativa poiché non ci sono prove sufficienti.1

Venere di Willendorf, Religioni primordiali
Alcuni ricercatori ritengono che la Venere di Willendorf di circa 25.000 anni, trovata in Austria, possa rappresentare una sorta di dea della fertilità.
Foto: Bjørn Christian Tørrissen (Wikimedia) ©️CC BY-SA 4.0

In epoca preistorica, le persone vivevano in gruppi nomadi e vivevano di cacciatori-raccoglitori. Invece di considerarsi superiori alla natura, hanno sviluppato una connessione efficace con essa. Si consideravano profondamente intrecciati con le piante, gli animali e gli altri elementi che li circondavano.

Come risultato della loro interazione con la natura, i primi esseri umani svilupparono credenze religiose incentrate sulla natura e religioni primordiali.

Nel corso del tempo, man mano che l’accumulazione culturale diventava più complessa e il linguaggio scritto cominciava ad evolversi, alcune di queste religioni primordiali si svilupparono e divennero più formali.

Caratteristiche delle religioni primordiali

Le religioni primordiali sono generalmente caratterizzate dalla credenza in un regno soprannaturale che esiste al di fuori del mondo fisico. Esseri soprannaturali come dei, spiriti e antenati abitano spesso questo regno spirituale. Si ritiene che questi esseri possano influenzare gli eventi nel mondo fisico.

Le religioni primordiali sono note anche per il loro stretto rapporto con la natura. Molte cose che fanno parte della natura sono considerate sacre. Gli spiriti o gli dei sono solitamente associati agli elementi della natura come il sole, la luna, le stelle e gli animali. Queste credenze sono spesso influenzate dall’ambiente naturale in cui vivevano le persone.

L’etnografo e storico della religione svedese Åke Hultkrantz ha sostenuto che la religione non può essere definita senza fare riferimento al concetto di “soprannaturale”.2

Le religioni primordiali sono tipicamente tradizioni orali e tramandate di generazione in generazione con il passaparola. Spesso mancano i libri sacri.

Inoltre, le religioni primordiali tendono ad avere un forte elemento comunitario. Le cerimonie religiose sono spesso eseguite dall’intera comunità, piuttosto che da un sacerdozio specializzato. Queste cerimonie servono a rafforzare i legami sociali tra i membri della comunità ea stabilire una connessione con il regno spirituale.

Tradizioni religiose primordiali

Le religioni primordiali sono molto diverse e variano notevolmente a seconda della particolare cultura e regione geografica. Sebbene molti di loro abbiano alcune caratteristiche simili, ognuno ha le proprie credenze, pratiche e rituali unici.

Animismo

L’animismo è un sistema di credenze che si trova in molte culture in tutto il mondo, comprese molte religioni indigene e primordiali. Si basa sull’idea che tutte le cose, compresi gli oggetti e gli elementi naturali, possiedono un’essenza o un’anima spirituale.

Le credenze animistiche spesso implicano uno stretto rapporto con il mondo naturale e un profondo rispetto per l’ambiente. Molte culture animiste credono che sia importante vivere in armonia con la natura. Ciò può includere pratiche come offrire preghiere o sacrifici agli spiriti della natura o evitare determinate azioni che potrebbero danneggiare l’ambiente.

Sciamanesimo

Lo sciamanesimo è una tecnica estatica e un tipo di pratica religiosa che varia notevolmente da cultura a cultura. Al centro dello sciamanesimo ci sono i praticanti chiamati sciamani, che si ritiene abbiano una speciale capacità di comunicare con gli spiriti e gli dei.

Gli sciamani usano alcune tecniche per entrare in stati alterati di coscienza, come la meditazione, il canto o l’uso di piante psicoattive. In questo stato, lo sciamano è in grado di accedere al regno spirituale e comunicare con spiriti e antenati.

Gli sciamani spesso servono come guaritori, indovini e guide per la loro comunità, usando la loro capacità di comunicare con gli spiriti. Possono anche eseguire cerimonie e rituali per onorare gli spiriti.

Totemismo

Il totemismo è un sistema di credenze che riflette una stretta relazione tra uomo e natura. Implica l’uso di totem considerati sacri e che fungono da simbolo per un particolare gruppo o comunità.

Si ritiene che i totem forniscano vari benefici alla comunità, come protezione, guida o potere spirituale. I membri della comunità possono usare il totem come simbolo della loro identità e incorporarlo nella loro vita quotidiana attraverso vari rituali e pratiche.

Feticismo

Il feticismo è una pratica che prevede l’uso di oggetti ritenuti dotati di poteri soprannaturali. Questi oggetti sono spesso chiamati feticci.

La principale differenza tra totemismo e feticismo è il tipo di oggetto considerato sacro. Nel totemismo, l’oggetto sacro è principalmente un animale o una pianta che funge da simbolo per un particolare gruppo o comunità. Tuttavia, nel feticismo, i feticci sono per lo più oggetti inanimati, come statue o amuleti, che si ritiene abbiano qualità spirituali. Sono spesso usati in vari rituali e cerimonie per ottenere i risultati desiderati, come la guarigione o la protezione.

Culto degli antenati

Il culto degli antenati riguarda il rispetto degli spiriti ancestrali e l’accettazione di loro come guardiani. È comune nelle comunità tradizionali in cui gli antenati sono considerati una parte importante della società.

Nel culto degli antenati, gli spiriti dei defunti sono onorati e venerati attraverso vari rituali e cerimonie. Questi possono includere cibo, bevande e altri doni, così come preghiere. L’obiettivo di questi rituali è mantenere la comunicazione tra i vivi e i morti.

Culto della natura

Il culto della natura è il riconoscimento e il culto di elementi naturali come corpi celesti, fiumi, montagne, alberi e animali come divinità o poteri soprannaturali. Le pratiche di culto della natura si trovano in molte religioni e tradizioni, tra cui l’animismo, lo sciamanesimo, il paganesimo e la Wicca. In queste tradizioni, la natura non è solo un’entità fisica, ogni elemento ha anche proprietà spirituali. Pertanto, le persone dovrebbero evitare di danneggiare la natura e vivere in armonia con essa.

  1. Beginning Of Religion“, Ina WUNN, Numen, 47(4), 417-452^
  2. The Concept of the Supernatural in Primal Religion“, Åke HULTKRANTZ, History of Religions, 1983, 22:3, 231-253^
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments