Fatti sul castello di Bran in Romania: il castello di Dracula o parte di un mito immaginario?

Fatti sul castello di Bran in Romania: il castello di Dracula o parte di un mito immaginario?

Castello di Bran in Transilvania, Romania

Se stai cercando una destinazione emozionante e misteriosa per la tua prossima vacanza, potresti prendere in considerazione la visita al castello di Bran in Romania. Questa fortezza medievale, arroccata su una collina nel cuore della Transilvania, è una delle attrazioni più popolari del paese e attira ogni anno centinaia di migliaia di visitatori. Ma cosa rende questo castello così speciale e affascinante? La risposta sta nella sua potenziale connessione con uno dei personaggi più famosi e temuti della letteratura e della storia: il Conte Dracula.

Dov’è il castello di Bran?

Il castello di Bran si trova nel villaggio di Bran, a circa 25 chilometri (16 miglia) a sud-ovest della città di Brașov, nella regione della Transilvania.

Transilvania
La Transilvania è una regione storica e culturale nella Romania centrale, delimitata dai Carpazi, che ha un patrimonio ricco e diversificato, influenzato da rumeni, ungheresi, tedeschi e altri gruppi etnici. La Transilvania è anche conosciuta per i suoi paesaggi panoramici, i villaggi pittoreschi, le chiese fortificate e i castelli, molti dei quali hanno leggende e storie ad essi associati.

Castello di Bran durante l'ora blu.
Castello di Bran durante l’ora blu.
Foto: Ryanawsomemccleary (Wikimedia) ©️CC BY-SA 4.0 DEED

Quando fu costruito il castello di Bran?

Il castello di Bran fu costruito nel XIV secolo, sul sito di un’antica fortezza di legno eretta dall’Ordine Teutonico, un ordine militare e religioso tedesco, nel XIII secolo. Il castello in pietra fu commissionato dal re Luigi I d’Ungheria, che concesse il privilegio ai Sassoni di Kronstadt (Brașov) di costruire e difendere il castello, in cambio della loro lealtà e sostegno. Il castello doveva servire come punto strategico di controllo e difesa, a guardia del confine tra Transilvania e Valacchia e a protezione delle vie commerciali che passavano attraverso il passo di montagna.

Il castello subì nel corso dei secoli diverse modifiche ed ampliamenti, mutandone l’aspetto e la funzione a seconda delle esigenze e delle preferenze dei proprietari e degli occupanti. Il castello fungeva, tra gli altri ruoli, da residenza reale, guarnigione militare, dogana e prigione. La ristrutturazione più significativa ebbe luogo nel XX secolo quando il castello divenne proprietà della regina Maria di Romania. Era una nipote della regina Vittoria d’Inghilterra e lo trasformò in una residenza estiva e in un museo, decorandolo con opere d’arte e mobili della sua collezione personale.

Vlad l’Impalatore viveva nel castello di Bran?

Una delle domande più intriganti e controverse sul castello di Bran è se sia mai stato abitato da Vlad l’Impalatore, il famigerato sovrano della Valacchia, che ha ispirato il personaggio immaginario di Dracula, creato dallo scrittore irlandese Bram Stoker nel suo romanzo del 1897. Vlad l’Impalatore, noto anche come Vlad III, o Vlad Țepeș, nacque nel 1431, nella città di Sighișoara, in Transilvania. Era il figlio di Vlad II Dracul, che era il voivoda (principe) della Valacchia, e un membro dell’Ordine del Drago, un ordine cavalleresco dedito alla lotta contro l’Impero Ottomano. Vlad III ereditò il titolo di suo padre e il suo cognome, Dracula, che significa “figlio del drago” in rumeno.

Vlad III è ricordato per i suoi metodi crudeli e spietati di governare e combattere, soprattutto per la sua pratica caratteristica di impalare i suoi nemici e traditori su pali di legno, come forma di tortura ed esecuzione. Gli viene anche attribuito il merito di aver difeso la sua terra e il suo popolo dall’invasione ottomana e di aver resistito all’influenza delle potenze vicine, come Ungheria e Polonia. Governò la Valacchia tre volte, tra il 1448 e il 1476, con varie interruzioni e conflitti. Morì in battaglia, combattendo contro gli Ottomani, e il suo corpo fu presumibilmente sepolto nel Monastero di Snagov, vicino a Bucarest.

Le prove storiche del legame di Vlad con il castello di Bran sono scarse e inconcludenti. Alcune fonti suggeriscono che potrebbe aver soggiornato al castello per un breve periodo di tempo, come ospite, prigioniero o aggressore, ad un certo punto della sua vita turbolenta. Tuttavia, non esiste alcuna prova definitiva che abbia mai vissuto o posseduto il castello. Il legame tra Vlad e il castello di Bran è stato stabilito principalmente dall’industria del turismo, al fine di attrarre e intrattenere i visitatori affascinati dalla leggenda di Dracula.

La leggenda di Dracula, come la conosciamo oggi, è in gran parte basata sul romanzo di Bram Stoker, che non ha mai visitato la Romania e che ha utilizzato varie fonti e influenze per creare la sua storia sui vampiri. Stoker ha scelto il nome Dracula per il suo protagonista, dopo aver letto un libro sulla storia della Valacchia, dove ha appreso del cognome di Vlad e delle sue gesta. Ha anche descritto il castello di Dracula come situato sul bordo di una scogliera, vicino a un fiume, tra le montagne della Transilvania, che corrisponde vagamente alla posizione e all’aspetto del castello di Bran. Tuttavia, anche il castello di Stoker è un prodotto della sua immaginazione e non corrisponde esattamente al vero castello di Bran.

Tuttavia, il castello di Bran ha abbracciato la sua associazione con Dracula e offre una varietà di attrazioni ed eventi legati al tema dei vampiri, soprattutto nel periodo di Halloween. Il castello ospita una mostra permanente di oggetti e documenti relativi a Vlad l’Impalatore e Bram Stoker, oltre a mostre temporanee di arte e letteratura ispirate a Dracula. Il castello organizza anche feste, concerti, spettacoli e concorsi, dove i visitatori possono travestirsi da vampiri, gustare cibi e bevande tradizionali e divertirsi in un’atmosfera spettrale.

Veduta del paese dal castello di Bran.
Veduta del paese dal castello di Bran.

Come arrivare al castello di Bran?

Se arrivi da Bucarest, la capitale della Romania, puoi prendere un treno, un autobus, un taxi o un’auto a noleggio per Brașov, una città a circa 30 chilometri (16 miglia) da Bran. Da Brașov puoi prendere un altro autobus o un taxi per il castello di Bran. Il tempo di percorrenza totale può variare dalle 3 alle 5 ore, a seconda del traffico e dell’orario. Puoi anche prenotare una visita guidata da Bucarest che include il trasporto e l’ingresso al castello.

Se vieni dall’estero, hai diverse opzioni per volare in Romania. L’aeroporto più vicino al castello di Bran è l’aeroporto internazionale di Brașov-Ghimbav, che si trova a Ghimbav, a circa 12 chilometri (7,5 miglia) da Brașov. Questo aeroporto è il primo ad essere costruito in Romania negli ultimi 50 anni ed ha iniziato ad operare nel giugno 2023. Offre voli da e per diverse destinazioni europee. Dall’aeroporto puoi prendere un taxi, un bus navetta o un’auto a noleggio fino al castello di Bran. Il tempo di percorrenza è di circa 20 minuti e il costo si aggira intorno ai 10-20 euro.

Puoi anche volare verso altri aeroporti in Romania, come l’aeroporto internazionale Henri Coandă di Bucarest, l’aeroporto internazionale di Sibiu o l’aeroporto internazionale di Cluj-Napoca, e poi prendere un treno, un autobus o un’auto per Brașov e poi per il Castello di Bran.

Quanto tempo ti serve al castello di Bran?

In generale, si consiglia di dedicare circa due ore al castello di Bran. Ciò include il tempo necessario per esplorare l’interno e l’esterno del castello, nonché il museo e i negozi di souvenir. Potresti anche voler dedicare del tempo extra per goderti il panorama e l’atmosfera del castello e dei suoi dintorni.

Castello di Bran

Il castello di Bran è aperto al pubblico tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9:00 alle 18:00. in estate e dalle 9:00 alle 16:00. in inverno. Tuttavia, dovresti essere consapevole che il castello può diventare piuttosto affollato durante l’alta stagione, soprattutto nei fine settimana e nei giorni festivi, quindi ti consigliamo di pianificare la tua visita di conseguenza. Alcune fonti suggeriscono che il periodo migliore per visitare il castello di Bran sia durante i mesi primaverili o autunnali, quando il clima è piacevole e la folla è minore. Potresti anche voler visitare il castello nelle prime ore della giornata, per avere più tempo e spazio per esplorarlo secondo i tuoi ritmi.

 

Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments