Tradizioni Simili A Halloween E L’origine Di Halloween

Tradizioni Simili A Halloween E L’origine Di Halloween

Nonostante le sue radici pagane, Halloween, divenuta oggi una tradizione secolare, si festeggia il 31 ottobre di ogni anno.

Tradizioni Simili A Halloween E L’origine Di Halloween

L’origine dell’Halloween risale al Samhain degli antichi Celti, che simboleggia la fine della stagione del raccolto e l’inizio dell’inverno. Samhain è una delle quattro feste importanti dell’antica fede celtica. Il 31 ottobre di ogni anno, la notte di Samhain, viene revocato il confine tra i morti e i vivi. Le persone indossano costumi per nascondersi dagli spiriti maligni, offrendo loro cibo come zucche o mais. La gente intaglia zucche con facce spaventose. Ma, in passato, le lanterne scolpite dalle rape venivano usate come faccia spaventosa. 1

Molte comunità praticano tradizioni simili a Samhain con la fine della stagione del raccolto e l’inizio dell’inverno.

Notte di Bocuk

La notte di Bocuk è un’antica tradizione balcanica. Di solito si celebra il 6 gennaio, che è considerato il giorno più freddo dell’inverno. Le persone dipingono i loro volti, accendono fuochi e cucinano un dolce di zucca chiamato kabaktatlısı per proteggerli dalla creatura malvagia chiamata Bocuk.

In Turchia, la notte di Bocuk viene celebrata oggi a Tekirdağ e Edirne. Affinché Bocuk non danneggi gli animali, alcuni deserti di zucca vengono lasciati nel fienile.

Nootte di Bocuk, Edirne, Turchia

In Notte di Boocuk, le persone fanno previsioni sul futuro. Il congelamento delle pozzanghere dovuto al freddo è considerato un segno che l’anno sarà fruttuoso. 2

Notte di Karakoncolos

Il viaggiatore ottomano di origine circassa Evliya Çelebi scrisse nel suo libro “Seyahatname” che le creature malvagie circasse e le creature malvagie Abazin combatterono nel cielo in un giorno chiamato Notte di Karakoncolos in un villaggio in Bulgaria.

Evliya Çelebi scrisse che i fulmini illuminavano l’intero luogo e che gli organi cadevano dal cielo a causa del combattimento. Notò che era una delle cose più interessanti che avesse visto quella notte.

Festival di Kukeri

Nei festival Kukeri che si tengono negli ultimi giorni dell’inverno in Bulgaria, le persone cercano di espellere gli spiriti maligni rimasti dall’inverno con il suono delle campane. Il Carnevale di Fiume in Croazia, il Carnevale di Kurentovanje in Slovenia e il Carnevale di Busójárás in Ungheria includono pratiche simili.

Kukeri dalla Bulgaria

Creature soprannaturali come i karakoncolos sono presenti oggi nei racconti popolari balcanici, caucasici e anatolici.

Notte Kalandar

Intorno a Trabzon, Giresun e Gümüşhane in Turchia, il 14 gennaio è noto come Kalandar Day. In passato era considerato il primo giorno del nuovo anno. Nella notte di Kalandar, i giovani si dipingono il viso e giocano. I bambini leggono poesie divertenti ai vicini e raccolgono cibo come caramelle e frutta. A volte, i giovani si travestono da karakoncolos e suonano le campane. 3

Notti Coraz

In alcuni villaggi di Smirne, il 18-20 gennaio è conosciuto come Coraz Days. Coraz è spesso raffigurato come una strega megera. Si dice che Coraz vada in giro in questi giorni per fare del male alle bambine. Per questo motivo, alle ragazze non viene chiesto di uscire da sole durante le Notti Coraz. Si ha cura di cucinare i piatti di zucca a casa. Tuttavia, questa tradizione è rara oggi. 4

Pratiche come offrire cibo a creature malvagie, raccogliere snack o truccarsi il viso, indossare maschere, travestimenti sono tradizioni simili a entrambe le feste di Halloween, Notte di Bocuk e Notte Kalandar. D’altra parte, le notti di Coraz a Smirne sono simili alle notti di Bocuk in termini di cottura della zucca.

Notte di Valpurga

La notte di Valpurga si celebra la notte del 30 aprile. È menzionata anche nel Faust di Goethe. Tutte le streghe della terra si riuniscono la notte del 30 aprile.

Oggi, la notte di Valpurga viene celebrata principalmente in Europa centrale, nei paesi baltici e in Scandinavia. La gente si diverte intorno a un grande falò fino alla mattina del 1 maggio. 5

In alcuni villaggi intorno a Trebisonda, il periodo dalla sera del 13 maggio alla mattina del 14 maggio è conosciuto come la Notte delle Streghe. Secondo i racconti popolari, quella notte è la notte più selvaggia delle streghe. Le streghe possono entrare nelle case travestite da ragni e cercare di strangolare bambini e vitelli, o entrare nei campi travestite da rane e danneggiare i raccolti. Per evitare ciò, vengono posizionate trappole sui camini delle case e sui rami degli alberi.

Giorno dei Mortİ

Il Giorno dei Morti, che si pensa risalga agli Aztechi, viene celebrato principalmente in Messico il 2 novembre. In questa tradizione, le persone spesso commemorano i loro parenti defunti dipingendo i loro volti come scheletri. Ma la pittura del viso nel Giorno dei Morti non è pensata per essere spaventosa, gli scheletri rappresentano i morti. Lo scopo del festival è commemorare i morti, perché sappiamo che le persone non sono mai morte finché non vengono dimenticate.


  1. Halloween: From Pagan Ritual to Party Night, Nicholas ROGERS, ISBN: 9780195168969^
  2. Türk Kültüründe Bir Miras Olarak Bocuk Gecesi Ritüeli İçeriği: Fenomenolojik Bir Araştırma (Ritual Content of Bocuk Night As a Heritage In Turkish Culture: A Phenomenological Research), Özlem GÜZEL & Hande AKYURT KURNAZ, Millî Folklor, 2020^
  3. Anadolu Ve Kafkasya Kavşağında Geleneksel Bir Yılbaşı Kutlaması: Kalandar (A Traditional New Year Celebration At The Anatolian-Caucasian Crossroad: Kalandar), Okan ALAY, Motif Akademi Halkbilimi Dergisi, Cilt: 11, Sayı: 23, 2018^
  4. Tire Peşrefli’de Coraz Geceleri, Hasan DOĞAN & İbrahim FİDANOĞLU, Milliyet, 17 Ocak 2013^
  5. They Do What?: A Cultural Encyclopedia of Extraordinary and Exotic Customs from Around the World, Javier A. GALVÁN, ISBN: 9781610693424^