Chirurgia cerebrale o rituale? Gli archeologi hanno trovato un teschio di 3500 anni con un buco

Chirurgia cerebrale o rituale? Gli archeologi hanno trovato un teschio di 3500 anni con un buco

Un teschio umano dell’età del bronzo rinvenuto durante uno scavo nel nord di Israele potrebbe indicare un intervento chirurgico al cervello fallito.

Gli archeologi avevano precedentemente affermato di aver portato alla luce i resti scheletrici di due individui separati e alcuni corredi funerari in una tomba nell’antica città di Megiddo. Tuttavia, il documento di ricerca sull’argomento è stato pubblicato su PLOS One mercoledì 22 febbraio 2023.1

Megiddo
È un’antica città situata a circa 128 chilometri a nord di Gerusalemme. Grazie alla sua posizione strategica, fu una delle città importanti del Levante durante l’Età del Bronzo e l’Età del Ferro.

La prima cosa che ha attirato l’attenzione degli archeologi che hanno fatto la scoperta è stato il buco in uno dei teschi. Il foro nell’osso cranico misura circa 31 x 32 mm.

Chirurgia cerebrale o rituale? Gli archeologi hanno trovato un teschio di 3500 anni con un buco
La barra della scala in aeb è di 2 mm e la barra della scala in c è di 1 cm.
Foto: Kalisher et al., 2023, PLOS ONE ©️CC-BY 4.0

Rachel Kalisher, autrice principale dell’articolo, afferma che la trapanazione terapeutica è stata praticata per uno dei defunti.

Trapanazione
È una procedura chirurgica in cui vengono praticati dei fori nel cranio. È noto che è stato praticato per vari scopi fin dal Neolitico. Lo scopo dell’intervento chirurgico può essere terapeutico o ritualistico.

Nel Mediterraneo orientale, il numero di crani in cui è stata praticata la trapanazione è scarso, sebbene sia comune in alcune regioni. Secondo l’articolo, il teschio rinvenuto a Megiddo e datato tra il 1550 a.C. e il 1450 a.C., è il più antico esemplare mai rinvenuto nel Levante e dintorni. Questo è uno dei motivi per cui questa scoperta è così importante dal punto di vista archeologico e antropologico.

Le analisi del DNA dei resti organici indicano che quelli nella tomba erano molto probabilmente fratelli. Secondo l’articolo, il fratello minore è nella tarda adolescenza o all’inizio dei vent’anni, e quello maggiore ha tra i 21 ei 46 anni.

Kalisher dice che i fratelli sono di alto rango sociale, forse di lignaggio reale. Secondo Kalisher, i preziosi corredi funerari nella tomba, la pratica della trapanazione e la capacità dei fratelli di resistere a lungo alle malattie infettive lo indicano.

Lo studio afferma che entrambi i fratelli avevano segni di anemia sideropenica, alcune anomalie scheletriche, varie lesioni e segni di infiammazione. Si sottolinea inoltre che il fratello maggiore ha un molare in più.

La barra della scala è di 1 cm.
Foto: Kalisher et al., 2023, PLOS ONE ©️CC-BY 4.0

Secondo lo studio, entrambi i fratelli avevano lottato a lungo con la malattia prima di morire. Sebbene gli scienziati sospettino che i fratelli avessero la lebbra o la tubercolosi, sono necessarie ulteriori ricerche per fare una diagnosi definitiva.

A fronte di tutto ciò, non si sa per quale malattia sia stata praticata la trapanazione al fratello maggiore. Tuttavia, sembra che dopo che il cranio è stato perforato e asportato, non ci sia stato alcun miglioramento nell’osso cranico. Ciò significa che il fratello maggiore è morto pochi giorni, forse anche ore, dopo la trapanazione.

Chirurgia cerebrale o rituale?

È noto che la trapanazione è stata praticata per scopi sia terapeutici che rituali fin dal Neolitico.

Tuttavia, secondo lo studio, il cranio del fratello maggiore è stato perforato prima di morire. Perché, a quanto pare, è stata prestata attenzione a non perforare la membrana chiamata dura madre. Inoltre, il colore dei margini dell’apertura suggerisce che il cranio sia stato perforato mentre l’uomo era vivo.



  1. Kalisher R, Cradic MS, Adams MJ, Martin MAS, Finkelstein I (2023) Cranial trephination and infectious disease in the Eastern Mediterranean: The evidence from two elite brothers from Late Bronze Megiddo, Israel. PLoS ONE 18(2): e0281020.[]
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments