Petroglifi Di Okunev E Divinità Solari Eurasiatiche

Petroglifi Di Okunev E Divinità Solari Eurasiatiche

La cultura di Okunev, una delle culture archeologiche della Siberia meridionale, ha avuto luogo a Khakasia e nelle terre circostanti, che ora fanno parte della Federazione Russa. Le radici della cultura Okunev risalgono alla fine del III millennio a.C. Le persone di questa cultura si guadagnavano da vivere con la caccia e la pesca nel lago. I resti antropologici dimostrano che la maggior parte delle persone di Okunev aveva caratteristiche mongoloidi, ma sono state trovate anche caratteristiche caucasiche. 1

Ci sono figure artisticamente interessanti nei resti archeologici e nelle stele della cultura di Okunev. Disegni astratti simili a spiriti, simboli sciamanici, animali fantastici, segni cosmologici e divinità antropomorfe sono le figure più comuni.

Una stele della cultura di Okunev. Si pensa che il disegno sulla stele sia una specie di dea del sole.

Disegni zoomorfi o antropomorfi con teste di sole sono stati trovati anche al di fuori della geografia culturale di Okunev e in epoche successive. (Incisioni rupestri Saimaluu Tash in Kirghizistan e incisioni rupestri Tamgaly-Tas in Kazakistan)

Divinità Solari

Il Sole era molto rispettato nelle comunità turche che dominavano la geografia culturale di Okunev e le steppe eurasiatiche. Lo scrittore turco Doğan Avcıoğlu scrisse che gli imperatori unni adoravano il sole ogni mattina. 2

Il Sole, che è generalmente descritto con caratteristiche femminili come la vita, la salute o la fertilità, è divinizzato con Gün Ana e Kuyaş nel pantheon turco.

Nella mitologia turca, Gün Ana è il nome della dea del sole. Si siede al settimo piano del cielo. Il suo equivalente nella mitologia ungherese è Nap Anya.

Il nome del dio del sole nella mitologia turca è Kuyaş (noto anche come Gün Ata). È il figlio del dio creatore Kayra Han e il fratello di Ülgen. Anche Ülgen è una specie di dio creatore. Tuttavia, rappresenta il lato benevolo e umano di Kayra Han, il principale dio creatore. Anche Ülgen è spesso raffigurato con il Sole e la luce. Si siede al sedicesimo piano del cielo. Secondo le leggende degli sciamani Altai, fu Ülgen a insegnare alle persone come accendere il fuoco. Il termine “creatore del sole” è spesso usato per Ülgen nelle preghiere sciamaniche. 3

Disegni di Dio che brillano come il sole sono stati trovati in molte civiltà. Una delle divinità più importanti della mitologia slava, Dazhbog è spesso raffigurato con un sole splendente sulla nuca. Anche Saulė, la dea del sole della mitologia baltica, è spesso raffigurata con un sole splendente sulla nuca o con i capelli biondi simili al sole.

Idolo Saulė trovato nel villaggio di Palūšė in Lituania.

Anche la dea del sole Sól (nota anche come Sunna) nei miti germanici è raffigurata in modi simili agli dei sopra menzionati. Sól è anche il fratello del dio della luna Máni. Secondo lo storico islandese Snorri Sturluson, Sól e Máni sono i figli di Mundilfari. 4

Una rappresentazione di Máni e Sól, creata dall’illustratore danese Lorenz Frølich.

Il nome della dea del sole nei miti Sami, popolo di origine ugro-finnica, è Beaivi. Il Sole è più importante per i Sámi che vivono nella Scandinavia settentrionale che per altre comunità. Alcuni giorni durante l’inverno il Sole non sorge affatto, poiché parte di questa regione si trova all’interno del Circolo Polare Artico. Questo rende la dea del sole più importante. Ecco perché alcuni giorni in passato le renne venivano sacrificate in nome di Beaivi.

Tamburo sciamano Sami. La croce al centro del tamburo simboleggia il Sole.

Va notato che Beaivi è raffigurato come un dio, non una dea in alcuni miti. 5

Päivätär nella mitologia finlandese, Usil nella mitologia etrusca, Helios nella mitologia greca e Amaterasu nella mitologia giapponese sono altre importanti divinità solari in Eurasia.


  1. Андрей Викторович ГРОМОВ – роисхождение и связи населения окуневской культуры^
  2. Doğan AVCIOĞLU, Türklerin Tarihi, ISBN: 9789754780208^
  3. Abdülkadir İNAN, Eski Türk Dini Tarihi, ISBN: ‎9786056600975^
  4. Edda poetica – Edda in prosa^
  5. Lite Om Samisk Förkristen Religion^
La conoscenza si moltiplica quando condivisa: