Interessanti reperti rinvenuti in Spagna mostrano che alcuni uomini di Neanderthal accumulavano teschi di animali

Interessanti reperti rinvenuti in Spagna mostrano che alcuni uomini di Neanderthal accumulavano teschi di animali

Interessanti reperti rinvenuti in Spagna mostrano che alcuni uomini di Neanderthal accumulavano teschi di animali
Bison priscus
Nature Human Behaviour (Javier Trueba/MSF)

Durante uno scavo vicino a Madrid, gli archeologi hanno portato alla luce fossili che mostrano che alcuni gruppi di Neanderthal hanno accumulato teschi di animali. Ebbene cosa significa?

Secondo l’articolo pubblicato su Nature Human Behavior giovedì 26 gennaio 2023, i fossili in questione sono stati rinvenuti in una galleria di grotte a Pinilla del Valle, a circa 70 km a nord di Madrid. Gli autori dell’articolo hanno affermato che i reperti mostrano che alcuni gruppi di Neanderthal avevano l’abitudine di accumulare teschi di animali.1

Gli archeologi ritengono che a causa della scarsità di ossa e denti post-cranici trovati nella grotta, gli animali si siano disintegrati fuori dalla grotta e il cranio sia stato successivamente portato nella grotta.

Interessanti reperti rinvenuti in Spagna mostrano che alcuni uomini di Neanderthal accumulavano teschi di animali
Osso cranico (Stephanorhinus hemitoechus)
Nature Human Behaviour (Mario Torquemada/MAPCM)

Sebbene sia noto che alcune tribù di Homo sapiens che si guadagnavano da vivere con la caccia e la raccolta avevano tradizioni come l’accumulo di teschi per vari motivi, i Neanderthal non erano noti per avere pratiche simili, ad eccezione di alcuni esempi controversi.

L’Origine dell’Arte e i Primi Esempi di Arte Paleolitica

Gli autori dell’articolo stimano che i reperti siano trofei di caccia e li associano al simbolismo di Neanderthal. Pertanto, questo supporta le teorie secondo cui i Neanderthal avevano la capacità di pensare simbolicamente come gli umani moderni.

João Zilhão, professore di ricerca presso l’Università di Lisbona, ha dichiarato in una e-mail a ULUKAYIN che non è qualcosa che necessita di dimostrazione:

“La capacità dei Neanderthal di pensare simbolicamente non è qualcosa che necessita di dimostrazione. È un fatto dimostrato negli ultimi 25 anni da numerose scoperte e studi, in particolare quelli riguardanti il loro essere i primi pittori rupestri”.

Resti faunistici

Gli archeologi hanno dichiarato di aver trovato un totale di 2.265 resti faunistici di oltre 2 cm di lunghezza al livello 3, che hanno studiato. Inoltre, hanno notato che alcune delle ossa erano nere perché erano state esposte al fuoco.

Sono state fatte alcune analisi per datare le ossa al livello 3, ma senza risultati. Tuttavia, un campione di carbone proveniente dal livello 2 è risultato avere circa 43 mila anni. Sulla base di ciò, si ritiene che i campioni al livello 3 abbiano almeno 43 mila anni.

La maggior parte dei campioni ossei esaminati sono stati identificati come bisonte delle steppe (Bison priscus), uro (Bos primigenius), cervo nobile (Cervus elaphus), cavallo selvatico (Equus ferus), gatto selvatico (Felis silvestris) e leone delle caverne (Panthera spelaea). La maggior parte dei resti del cranio appartiene a specie con appendici craniche (corna e palchi).

Interessanti reperti rinvenuti in Spagna mostrano che alcuni uomini di Neanderthal accumulavano teschi di animali
Incudine di gneiss ©️CC BY-SA 4.0
Nature Human Behaviour

Nel sito di scavo gli archeologi hanno anche trovato incudini, pietre a martello, scaglie e strumenti appartenenti all’industria musteriana.



  1. Baquedano, E., Arsuaga, J.L., Pérez-González, A. et al. A symbolic Neanderthal accumulation of large herbivore crania, Nature Human Behaviour, 2023^
Subscribe
Notify of
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments